Possiamo rendere più verdi le nostre città, a partire dal nostro balcone!

Scopriamo con VerdeCittà le buone pratiche da adottare.

Il progetto, innovativo e unico nel suo genere, testimonia l’attenzione istituzionale per un tema così importante per la salute di tutti e, proprio per questo, coinvolge un’ampia rete di attori.

È  finanziato dal MiPAAF, Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, da sempre attento alle esigenze del settore e proviene direttamente dalla filiera florovivaistica nazionale ovvero dagli addetti ai lavori, convinti della opportunità di proporre una rinnovata “cultura del verde”, che favorisca la promozione e il rinnovamento del verde urbano attraverso la sensibilizzazione dei cittadini.   Non da ultimo, infine, la  necessità di far conoscere di più e di valorizzare la qualità dei prodotti florovivaistici italiani (fiori recisi, piante in vaso e piante arboree ornamentali), anche grazie ai marchi nazionali riconoscibili come “VivaiFiori” sostenuto dal Ministero.

Considerate le importanti finalità che riguardano contemporaneamente il verde urbano, ma anche gli aspetti positivi sulla vivibilità cittadina e il numero dei turisti presenti nelle nostre città d’arte, il progetto rappresenta appieno lo spirito della transizione ecologica, uno dei capisaldi dell’attuale iniziativa di Governo.

È coordinato dal CREA, il più importante ente di ricerca dedicato all’agroalimentare che,  su questi temi, ha un centro dedicato, CREA Orticoltura e Florovivaismo, punto di riferimento imprescindibile per tutto il settore.

È organizzato da Padova Hall, la società che gestisce il quartiere fieristico di Padova e che da tempo è impegnata su questi temi.

Si avvale del supporto tecnico-scientifico del CONAF (Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali) che, attraverso i Dottori agronomi e forestali degli Ordini delle città interessate, ha predisposto i progetti delle aree verdi, di concerto con i tecnici dei Comuni, e coordina il programma delle iniziative tecnico-scientifiche.

I Comuni che hanno aderito al progetto, ospitando gli eventi e collaborando all’organizzazione, sono Bologna, Palermo, Roma, Torino e Padova

Ha potuto contare, inoltre, sullo speciale contributo dell’Associazione Italiana Direttori e Tecnici dei Pubblici Giardini.

BOLOGNA
11-13 giugno

PALERMO
25-27 giugno

ROMA
16-18 luglio

TORINO
3-5 settembre

PADOVA
17-19 settembre